CRESPI D’ADDA, IL CASTELLO VISCONTEO DI TREZZO, MONZA E LA VILLA REALE

Un viaggio che ci porterà indietro nel tempo, partendo dalla più recente storia industriale italiana con l’ordinata planimetria del Villaggio Industriale di Crespi, Patrimonio Unesco; passando per il Castello Visconteo, fortezza militare e residenza estiva dei Signori di Milano; per finire con Monza, città ricca di arte, e alla sua splendida Villa Reale.

PROGRAMMA
Vi ricordiamo che a causa delle limitazioni e restrizioni, in particolare per le visite guidate ed ingressi contingentati, dovuti al Covid, il programma qui di seguito descritto potrebbe subire delle variazioni.

 

07 MAGGIO – SABATO

Partenza ore 06.30/07.00 * verso il fiume Adda. Sosta durante il viaggio. Arrivo a Trezzo sull’Adda, graziosa cittadina su un’ansa del fiume. Ingresso e visita guidata al Castello Visconteo, costruito attorno al 1350 ed utilizzato sia come fortezza militare che come residenza estiva dei signori di Milano. La storia del Castello è caratterizzata da particolari circostanza: il proprietario venne avvelenato nelle prigioni e nel 1416 il ponte cadde sotto pesanti colpi di catapulta. Oggi restano la torre Viscontea (salita non inclusa), gli ampissimi sotterranei e prigioni che si estendono sotto i resti della fortezza, il tutto in un meraviglioso parco abitato da scoiattoli.

Trasferimento a Crespi d’Adda, famoso per il suo Villaggio Industriale, Patrimonio dell’Unesco. Pranzo in ristorante e, a seguire, visita guidata del villaggio.

Nato nel 1876, in funzione del Cotonifico Crespi, l’esperimento abitato durò 50anni, fino al 1929. Oggi la fabbrica è chiusa ma le case sono in parte ancora abitate da discendenti di coloro che vi vissero e vi lavorarono. La particolarità di questo luogo è data dall’architettura, dall’utilizzo del territorio, dalla mancanza di evoluzione che qui invece è stata sostituita dalla semplice circostanza in cui il villaggio sorse, si sviluppò ed iniziò il suo declino, in appena mezzo secolo. Prima di arrivare al villaggio, vedremo le due ciminiere, come sentinelle che custodiscono il villaggio stesso, poi la guglia della chiesa e il colore rosso del cotto delle sommità degli edifici della fabbrica. Incontreremo la Villa Padronale, con la sua forma gotica di castello medievale, e due ville, quella del medico e del cappellano, divise da una cancellata in ferro attraverso cui si gode di una panoramica sull’abitato, che da qui si apre ai nostri occhi: decine di case operare a pianta quadrata, con orti, giardini e staccionate. In lontananza, le ville dei dirigenti e dei capireparto. A tutto questo, si aggiungo aree comuni i ed edifici pubblici come l’albergo, il teatro, le scuole, il centro termino, il piccolo ospedale, i bagni pubblici, la caserma, il cimitero

Nel dicembre 1995, il villaggio operaio di Crespi d’Adda entra a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO, quinto al mondo per l’archeologia industriale dichiarandolo “un esempio eccezionale del fenomeno dei villaggi operai, che vide la luce in Europa e nell’America del Nord tra il diciannovesimo ed il ventesimo secolo, espressione della filosofia predominante tra gli industriali illuminati nei riguardi dei loro operai”.

Trasferimento in Hotel 3* zona Monza. Sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

 

08 MAGGIO – DOMENICA

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita guidata della città di Monza. Monza è celebre per le vicende della Monaca, narrate dal Manzoni nei Promessi Sposi, e per la presenza dell’Autodromo che ogni anno ospita il Gran Premio di Formula 1. La città custodisce gelosamente tracce di epoche passate e popoli lontani, dai Celti che presumibilmente la fondarono, ai Romani che le diedero il nome attuale, dai Longobardi, cui si deve la costruzione della Basilica di San Giovanni Battista e del Palazzo Reale di Teodolinda, agli Asburgo, che per volontà di Maria Teresa d’Austria realizzarono la Villa Reale. L’altro luogo simbolo di Monza, il Duomo, deve la sua fama alla Cappella di Teodolinda, che custodisce la Corona Ferrea indossata dai grandi imperatori del Sacro Romano Impero (Carlo Magno, Federico Barbarossa e Napoleone). Visiteremo l’elegante centro storico, un susseguirsi di edifici religiosi (Chiesa di Santa Maria in Strada, Chiesa di Santa Maria al Carrobiolo e Chiesa di San Maurizio, dove visse Marianna De Leyva, la suora che ispirò il personaggio della Monaca di Monza) e di monumenti (fra i quali l’Arengario) che fanno di Monza una meta imperdibile per gli amanti della storia dell’arte.

Trasferimento alla Villa Reale e ingresso. Tempo libero per il pranzo.

La storia della Villa Reale inizia nel 1771 con l’arrivo dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo a Milano. I lavori della residenza ebbero luogo tra il 1777 e il 1780, su volontà dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria: l’edificio è in stile neoclassico, costruito secondo i canoni architettonico della Reggia di Caserta, per un totale di quasi 800 ambienti. Della Villa si potranno visitare il Primo Piano nobile, le Sale di rappresentanza e gli Appartamenti Privati dei Sovrani Umberto I e Margherita, mentre al Secondo Piano Nobile gli Appartamenti per gli ospiti e i Sovrani con l’Appartamento del Principe di Napoli, della Duchessa di Genova e dell’Imperatore di Germania…un vero e proprio viaggio nella storia dagli Asburgo ai Savoia. Interessate è sicuramente la biblioteca e la boiserie in legno di noce, oltre che al salone centrale con uno splendido affaccio sui Giardini Reali. Tempo libero per una passeggiata nei Giardini reali.

Incontro con il nostro pullman al parcheggio della Villa e partenza per il rientro a casa previsto in serata.

 

 

N.B. Dal 06 agosto 2021 è obbligatorio esibire il Green Pass per accedere ai luoghi al chiuso, quali ristoranti, bar, musei, mostre, spettacoli, concerti, piscine ed eventuali altri luoghi che verranno comunicati dall’organizzatore, in base al viaggio programmato. dal 01 settembre è obbligatorio anche per i mezzi di trasporto. Per maggiori informazioni: https://www.dgc.gov.it/web/

Il viaggio proposto è stato programmato nel pieno rispetto delle attuali disposizioni anti-covid (occupazione del pullman, visite guidate per non più di un certo numero di persone consentite per ogni guida turistica, ingressi ove possibile, sanificazione dei locali in cui si soggiorna, ecc). Nuove disposizioni ufficiali potrebbero modificare quote e programmi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
A PERSONA
€ 265 – min. 30
€ 250 – min. 40
€ 30 suppl. singola
€ 12 ass. annullamento (covid-quarantena e malattie preesistenti)

€ 100 pp acconto alla conferma entro il 04/03
Saldo entro il 12/04

 

* PARTENZE DA: S. Pietro in Casale, Poggio Renatico, Ferrara, Bondeno, Bologna (da riconfermare orari e luoghi a seconda del numero di persone; potrebbe rendersi necessario spostarsi al punto di carico più vicino).

 

La quota include:

  • Viaggio in bus Gran Turismo
  • n.1 pernottamento in Hotel 3* zona Monza con colazione e cena, bevande incluse
  • pranzo a Crespi d’Adda o dintorni con bevande (3 portate + 1/2 acqua e 1/4 vino pp)
  • ingresso e visita guidata al Castello Visconteo (no salita alla torre) al Villaggio Industriale di Crespi d’Adda
  • visita guidata a Monza
  • ingresso e visita guidata alla Villa Reale 
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Accompagnatore
 

La quota non include:

  • Cappella di Teodolinda (in attesa quote 2022)
  • tassa di soggiorno obbligatoria
  • extra di natura personale
  • tutto quanto sopra non specificato

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Cellulare e WhatsApp
342 9166091
info@mollotuttoviaggi.it